Cardiobase
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Aggiornamenti in Aritmologia
Xagena Mappa

Aggiunta di Treprostinil per via inalatoria alla terapia orale per l’ipertensione arteriosa polmonare


Uno studio ha valutato l’efficacia e la sicurezza di Treprostinil ( Remodulin ) per via inalatoria in pazienti con ipertensione arteriosa polmonare in terapia con Bosentan ( Tracleer ) o Sildenafil ( Revatio ).

Non esiste una cura per l’ipertensione arteriosa polmonare, nonostante l’esistenza di trattamenti efficaci, e gli esiti restano sub-ottimali.

L’aggiunta di Treprostinil per via inalatoria, un analogo della prostaciclina ad azione prolungata, potrebbe rappresentare un trattamento sicuro ed efficace in aggiunta ad altre terapie orali specifiche per l’ipertensione arteriosa polmonare.

In totale, 235 pazienti con ipertensione arteriosa polmonare e sintomi di classe funzionale NYHA III ( 98% ) o IV e una distanza camminata in 6 minuti tra 200 e 450 metri mentre erano in trattamento con Bosentan ( 70% ) o Sildenafil, sono stati randomizzati a ricevere Treprostinil per via inalatoria ( fino a 54 mug ) o placebo per via inalatoria 4 volte al giorno.

L’endpoint primario era il picco di distanza percorsa a piedi in 6 minuti a 12 settimane.

Gli endpoint secondari includevano il tempo prima del peggioramento clinico, il Borg Dyspnea Score, la classe funzionale NYHA, il picco minimo di distanza percorsa a piedi in 6 minuti alla settimana 12, il picco di distanza percorsa a piedi in 6 minuti a 6 settimane, la qualità di vita e i segni e i sintomi di ipertensione arteriosa polmonare.

È stato valutato anche il biomarcatore NT-proBNP ( frazione plasmatica N-terminale del precursore del peptide natriuretico cerebrale ).

In totale, 23 pazienti hanno abbandonato lo studio prima del previsto ( 13 nel gruppo Treprostinil, 10 in quello placebo ).

La differenza mediana di Hodges-Lehmann tra i trattamenti per quanto riguarda il cambiamento dal basale del picco di distanza percorsa in 6 minuti a piedi è stata di 19 metri alla settimana 6 ( p=0.0001 ) e di 20 metri alla settimana 12 ( p=0.0004 ).

La differenza mediana di Hodges-Lehmann tra i trattamenti per quanto concerne invece il cambiamento dal basale nel picco minimo di distanza percorsa a piedi alla settimana 12 è stato di 14 metri ( p=0.0066 ).

Le misure di qualità di vita e di NT-proBNP sono migliorate con la terapia attiva.

Non sono stati osservati miglioramenti in altri endpoint secondari, inclusi tempo prima del peggioramento clinico, Borg Dyspnea Score, classe funzionale NYHA e segni e sintomi di ipertensione arteriosa polmonare.

Treprostinil per via inalatoria è risultato sicuro e ben tollerato.

In conclusione, lo studio ha dimostrato che, tra pazienti con ipertensione arteriosa polmonare ancora sintomatici con il trattamento con Bosentan o Sildenafil, Treprostinil per via inalatoria migliora la capacità di esercizio e la qualità di vita, ed è sicuro e ben tollerato. ( Xagena2010 )

McLaughlin VV et al, J Am Coll Cardiol 2010; 55: 1915-1922


Farma2010 Cardio2010


Indietro