Aggiornamenti in aritmologia
52 convegno cardiologia milano
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Associazione Silvia Procopio

Effetti della terapia antipertensiva combinata con Losartan e Idroclorotiazide sul metabolismo del acido urico


Lo studio JOINT ( Jikei Optimal Anthihypertensive Treatment ) ha originariamente valutato l'effetto di una formulazione con dose fissa di Losartan ( 50 mg ) più 12.5 mg di Idroclorotiazide ( Hizaar / Hyzaar ) per raggiungere il miglior controllo della pressione arteriosa nei pazienti con ipertensione non-controllata.

È stata effettuata una sottoanalisi dello studio JOINT, rivolta con particolare attenzione all'effetto della combinazione Losartan e Idroclorotiazide sul metabolismo dell'acido urico.

Tra i 228 partecipanti allo studio JOINT, sono stati inclusi nell’analisi 164 pazienti, per i quali erano disponibili campioni di acido urico ematici e urinari.

Sei mesi dopo il passaggio dal precedente farmaco (i) antipertensivo a una formulazione in compressa singola di Losartan e Idroclorotiazide, la concentrazione di acido urico sierica generale è aumentata da 6.0 a 6.2 mg/dL ( P=0.029 ) .

Il rapporto urinario acido urico / creatinina ( Cr ) è aumentato da 0.45 a 0.50 ( P=0.014 ) e l'escrezione frazionata di acido urico ( FEUA ) è aumentata da 7.1 a 7.0 ( P=0.04 ).

L'analisi di regressione multivariata dei parametri basali ha mostrato la variazione della uricemia da correlare con la uricemia basale ( beta=-0.483, P minore di 0.001 ), velocità della filtrazione glomerulare stimata ( eGFR ) ( beta=-0.202, P=0.007 ) e pressione sistolica ( beta=0.147, P=0.038 ).

Inoltre, la variazione dell’acido urico è risultata anche correlata con le variazioni della velocità della filtrazione glomerulare stimata ( DeltaeGFR ) ( beta=-0.332, P minore di 0.001 ).

Quando i pazienti sono stati classificati in due gruppi in base al livello di acido urico al basale, quelli con un livello di acido urico basale superiore o uguale a 7 mg/dL hanno mostrato una diminuzione del livello di acido urico, mentre gli altri pazienti con un livello di acido urico inferiore a 7 mg/dL hanno registrato un aumento.

Inoltre, i pazienti che erano stati precedentemente trattati con Losartan da solo hanno avuto un aumento maggiore della uricemia rispetto a quelli trattati con un bloccante dell'angiotensina II diverso da Losartan.

In conclusione, la terapia antiipertensiva con una formulazione in singola compressa di Losartan e Idroclorotiazide è considerata un'opzione utile per controllare sia la pressione sanguigna che la uricemia, specialmente nei pazienti ipertesi non-controllati con iperuricemia. ( Xagena2012 )

Hosoya T et al, Intern Med 2012; 51: 2509-2514


Cardio2012 Nefro2012 Farma2012


Indietro