Aggiornamenti in aritmologia
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
52 convegno cardiologia milano
Associazione Silvia Procopio

Relazione tra troponina cardiaca I ad alta sensibilità e pressione arteriosa negli adulti giovani e sani


È stata valutata la relazione tra livelli di troponina cardiaca ( cTn ) con pressione misurata in modo convenzionale e a livello ambulatoriale in adulti giovani e sani mediante un'analisi trasversale basata sulla popolazione.
Lo studio ha riguardato 2.072 giovani adulti giovani di età compresa tra 25 e 41 anni ( età media: 37 anni ) senza malattie cardiovascolari e diabete mellito.
975 ( 47% ) dei partecipanti era di sesso maschile.

I livelli di troponina cardiaca I ad alta sensibilità erano rilevabili in 2.061 individui ( 99.5% ).
I livelli mediani di hs-cTnI erano 0.98 ng/l negli uomini e 0.48 ng/l nelle donne.

La pressione sistolica, ma non la diastolica, è gradualmente aumentata attraverso i quartili hs-cTnI ( 118, 120, 121, e 122 mm Hg per pressione misurata in modo convenzionale; P=0.0002; 122, 123, 124 e 124 mm Hg per la pressione misurata nelle 24 ore, P=0.0001 ).

Nelle analisi di regressione lineare multivariata, le stime beta per la pressione sistolica per un aumento di 1 unità in hs-cTnI log-trasformata sono state 2.52 per pressione misurata in modo convenzionale ( P=0.0001 ); 2.75 per pressione misurata nelle 24 ore ( P minore di 0.0001 ); 2.71 e 2.41 ( P minore di 0.0001 e P=0.0002 ) per pressione di giorno e di notte, rispettivamente.

C'è stata una relazione significativa tra hs-cTnI e l’indice di Sokolow-Lyon ( odds ratio, OR=2.09; P minore di 0.001 ).

In conclusione, usando un test ad alta sensibilità, hs-cTnI è risultata rintracciabile in quasi tutti i partecipanti di una popolazione giovane e sana.
hs-cTnI era indipendentemente associata alla pressione sistolica e all’ipertrofia ventricolare sinistra. ( Xagena2015 )

Aeschbacher S et al, Am J Hypertens 2015; 28: 789-796

Cardio2015



Indietro