Aggiornamenti in Aritmologia
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Cardiobase
Xagena Mappa

Risultati ricerca per "Pressione arteriosa sistolica"

Sono disponibili poche prove a sostegno dell'uso dei diuretici tiazidici per il trattamento dell'ipertensione nei pazienti con malattia renale cronica avanzata. Sono stati assegnati in modo casuale ...


L'ipertensione apparente resistente al trattamento ( aTRH ) è prevalente e associata a esiti avversi nell'insufficienza cardiaca con frazione di eiezione leggermente ridotta o preservata. Meno si sa c ...


La produzione eccessiva di aldosterone contribuisce all'ipertensione sia nell'iperaldosteronismo classico che nell'ipertensione associata all'obesità. Le terapie che riducono la sintesi dell’aldostero ...


L'aldosterone sintasi controlla la sintesi dell'aldosterone ed è stato un bersaglio farmacologico per il trattamento dell'ipertensione per diversi decenni. L'inibizione selettiva dell'aldosterone si ...


L'ipertensione resistente è associata ad un aumentato rischio cardiovascolare. La via dell'endotelina è stata implicata nella patogenesi dell'ipertensione, ma attualmente non è mirata terapeuticamente ...


Le persone con diabete di tipo 2 e malattia renale cronica hanno un alto carico di ipertensione, ma l'entità e la consistenza dell'abbassamento della pressione arteriosa con Canagliflozin ( Invokana ) ...


Nello studio PATHWAY-2 sull'ipertensione resistente, lo Spironolattone ( Aldactone ) ha ridotto la pressione arteriosa sostanzialmente più dei farmaci antipertensivi convenzionali. Sono stati effettu ...


La maggioranza dei pazienti con ipertensione non riesce a raggiungere il controllo della pressione arteriosa nonostante il trattamento con farmaci comunemente prescritti. Uno studio randomizzato in ...


Una grande quantità di evidenze epidemiologiche e sperimentali suggerisce che la carenza di Vitamina D possa promuovere l'ipertensione. Ciò sostiene la possibilità che l’integrazione con Vitamina-D ...


E’ stata compiuta un'analisi prespecificata di sottogruppo di BP-CRUSH, uno studio in aperto, multicentrico, a braccio singolo, di titolazione della dose. L'efficacia e la sicurezza del trattamento pe ...


Dato l'importante ruolo del danno cardiaco e dell'attivazione neuro-ormonale nei percorsi che portano dall'ipertensione all’insufficienza cardiaca e le forti associazioni osservate tra ipertensione e ...


Lo studio SPRINT ( Systolic Blood Pressure Intervention Trial ) ha dimostrato che il controllo intensivo della pressione arteriosa ha ridotto la morbilità e la mortalità cardiovascolare. Tuttavia, l ...


È stato dimostrato che la denervazione renale abbassa la pressione sanguigna in presenza di farmaci antipertensivi; tuttavia, mancano dati di sicurezza ed efficacia a lungo termine da studi randomizza ...


L'ipertensione sembra essere una delle comorbidità più comuni nei pazienti con COVID-19, sebbene non sia chiaro se gli individui ipertesi abbiano un rischio più elevato di forma grave di COVID-19 risp ...


Lo studio SYMPLICITY HTN-3 ( Renal Denervation in Patients With Uncontrollated Hypertension ) ha mostrato la sicurezza ma non l'efficacia del sistema Symplicity ( Medtronic ) a 6 mesi di follow-up nei ...