52 convegno cardiologia milano
Aggiornamenti in aritmologia
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Xagena Mappa

Associazione tra inibitori del sistema renina-angiotensina e gravità o rischio di morte nei pazienti con ipertensione ospedalizzati per COVID-19 a Wuhan, Cina


Non è chiaro se i pazienti con ipertensione che assumono inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina ( ACEI ) o bloccanti del recettore dell'angiotensina ( ARB; sartani ) abbiano una maggiore gravità o corrano un rischio maggiore di mortalità durante l'ospedalizzazione per malattia da coronavirus 2019 ( COVID-19 ).

È stata studiata l'associazione tra ACEI / ARB e gravità della malattia e mortalità in pazienti con ipertensione ospedalizzati per infezione da COVID-19 in una serie di casi monocentrici retrospettivi di 1.178 pazienti ospedalizzati con infezioni da COVID-19 presso l'Ospedale Centrale di Wuhan, Cina, dal 15 gennaio al 15 marzo 2020.

L’esito principale era la malattia COVID-19 confermata dalla reazione a catena della polimerasi a trascrizione inversa in tempo reale ( real time RT–PCR ), e sono stati analizzati dati epidemiologici, clinici, radiologici, di laboratorio e di terapia farmacologica in tutti i pazienti.
La percentuale di pazienti con ipertensione che assumevano ACEI / ARB è stata confrontata tra quelli con malattia grave vs non grave e tra sopravvissuti vs non sopravvissuti.

Tra i 1.178 pazienti con COVID-19, l'età mediana era di 55.5 anni e 545 ( 46.3% ) erano uomini.

La mortalità intraospedaliera complessiva è stata dell'11.0%. C'erano 362 pazienti con ipertensione ( 30.7% del gruppo totale; età mediana, 66.0 anni; 189, 52.2%, erano uomini ), di cui 115 ( 31.8% ) stavano assumendo ACEI / ARB.
La mortalità intraospedaliera nei pazienti con ipertensione è stata del 21.3%.

La percentuale di pazienti con ipertensione che assumevano ACEI / ARB non differiva tra quelli con infezioni gravi e non-gravi ( 32.9% vs 30.7%; P=0.65 ) né differiva tra non-sopravvissuti e sopravvissuti ( 27.3% vs 33.0%; P=0.34 ).
Risultati simili sono stati osservati quando sono stati analizzati i dati per i pazienti che assumevano inibitori di ACE e quelli che assumevano sartani.

Questo studio ha fornito dati clinici sull'associazione tra ACE inibitori / sartani e sugli esiti in pazienti con ipertensione ospedalizzati con infezioni da SARS-CoV-2, suggerendo che gli ACE inibitori / sartani non sono associati con la gravità di COVID-19 o la mortalità in tali pazienti.
Questi dati supportano le attuali lineeguida e le raccomandazioni per il trattamento dell'ipertensione durante la pandemia di COVID-19. ( Xagena2020 )

Li J et al, JAMA Cardiol 2020; 5: 825-830

Inf2020 Cardio2020 Farma2020


Indietro