Aggiornamenti in aritmologia
52 convegno cardiologia milano
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Associazione Silvia Procopio

Ipertensione: la fibrillazione atriale o il flutter atriale, preesistente o di nuova insorgenza, sono associati ad un aumento della mortalità


Lo studio ALLHAT ( Antihypertensive and Lipid-Lowering Treatment to Prevent Heart Attack Trial ) ha mostrato che il trattamento con Amlodipina ( Norvasc ), Lisinopril ( Zestril ), o Doxazosina ( Cardura ) non è superiore al trattamento con un diuretico tiazidico ( Clortalidone ) nel prevenire la malattia coronarica o altri eventi cardiovascolari.

Una sotto-analisi ha esaminato la prevalenza al basale e l’incidenza nel corso dello studio di fibrillazione atriale o flutter atriale di nuova insorgenza, e la loro influenza sugli outcome clinici.

L’incidenza di fibrillazione atriale o di flutter atriale, al basale, era dell’1.1% ( n=423 ), con maggiore frequenza negli uomini ( odds ratio, OR=1.72 ).

La prevalenza di queste aritmie è risultata aumentata con l’età ( p
Nel corso dello studio la fibrillazione atriale e il flutter atriale si sono presentati nel 2% ( n=641 ) dei partecipanti, ed escludendo la Doxazosina, non è stata riscontrata differenza tra i gruppi di trattamento antipertensivo.

La presenza al basale della fibrillazione o del flutter atriale era associata ad un aumento della mortalità ( hazard ratio, HR=2.82; p
Il rischio di mortalità nei pazienti che presentano al basale fibrillazione atriale o flutter atriale, o in cui l’aritmia si è sviluppata nel corso dello studio clinico, è risultato aumentato di 2.5 volte. ( Xagena2009 )

Haywood LJ et al, J Am Coll Cardiol 2009; 54: 2023-2031


Cardio2009 Farma2009


Indietro