52 convegno cardiologia milano
Aggiornamenti in aritmologia
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
XagenaNewsletter

Ipertensione: la secrezione reattiva di renina può limitare l'efficacia di Aliskiren, un inibitore della renina


Una revisione di 6 studi clinici che hanno coinvolto più di 5.000 pazienti con ipertensione lieve-moderata, ha mostrato che Aliskiren ( Rasilez, Tekturna ) non è più efficace degli Ace inibitori, dei sartani ( detti anche bloccanti il recettore dell'angiotensina ), o dei diuretici nell'abbassare la pressione sanguigna.

Il dosaggio iniziale di Aliskiren è di 150mg; la dose di 300mg è generalmente più efficace, ma i 600mg non sono migliori di 300mg.

Aliskiren, associato ad un diuretico, appare abbassare la pressione sanguigna in misura maggiore rispetto ad Aliskiren ed un sartano, ma fallisce nel controllare la pressione sanguigna (
Sebbene Aliskiren sopprima l'attività della renina plasmatica, il farmaco causa un maggiore aumento reattivo delle concentrazioni plasmatiche della renina.

Poiché Aliskiren, come gli Ace-inibitori ed i sartani, blocca solamente il 90-95% della renina plasmatica, le conseguenze pressorie del suo maggiore incremento reattivo della concentrazione plasmatica della renina appaiono controbilanciare la sua capacità di abbassare la pressione sanguigna, specialmente ai più alti dosaggi.

I pazienti con sistemi della renina iperattivi ( ipertensione maligna, ipertensione avanzata, ipertensione renovascolare ) sono stati, infatti, esclusi da tutti gli studi clinici che hanno valutato Aliskiren. ( Xagena2007 )

Sealey JE, Laragh JH, Am J Hypertens 2007; 20: 587-597


Cardio2007 Farma2007


Indietro