Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Aggiornamenti in aritmologia
52 convegno cardiologia milano
Associazione Silvia Procopio

Pressione positiva continua nelle vie aeree come trattamento dell’ipertensione sistemica in persone con apnea ostruttiva del sonno


È stato condotto uno studio multicentrico, in doppio cieco, randomizzato e controllato con placebo, allo scopo di valutare l'effetto della pressione positiva continua nelle vie aeree sul controllo ambulatoriale di 24 ore dei livelli di pressione sanguigna in un ampio numero di pazienti con ipertensione sistemica non-trattata di nuova insorgenza e apnea ostruttiva del sonno.

Sono stati coinvolti 340 pazienti con recente diagnosi di ipertensione sistemica da parte di un medico generale ( pressione sistolica maggiore o uguale a 140 mmHg, pressione diastolica maggiore o uguale a 90 mmHg o entrambe ) e un indice apnea-ipopnea per ora di sonno superiore a 15 eventi/ora.

I pazienti sono stati assegnati a pressione positiva continua nelle vie aeree ( n=169 ) o simulazione di pressione positiva continua nelle vie aeree ( n=171 ) per 3 mesi.

Le principali misure di esito erano i cambiamenti netti nei valori diversi di pressione sanguigna monitorati in ambulatorio nell'arco di 24 ore dal basale a 3 mesi dal trattamento ottimale o simulato di pressione positiva continua nelle vie aeree.

In totale, 277 ( 81% ) dei 340 pazienti randomizzati erano uomini; l'età media dei pazienti era di 52.4 anni, l'indice di massa corporea ( BMI ) di 31.9, il punteggio alla scala ESS ( Epworth Sleepiness Scale ) di 10.1, l’indice apnea-ipopnea di 43.5.

Al basale non sono state osservate differenze tra i gruppi.

Rispetto al placebo e dopo un'analisi per intention-to-treat, la pressione sanguigna media ambulatoriale nelle 24 ore nei pazienti del gruppo pressione positiva continua nelle vie aeree è diminuita di 1.5 mmHg ( P=0.01 ).

Le misurazioni ambulatoriali medie nelle 24 ore della pressione sanguigna sono diminuite di 2.1 mmHg ( P=0.01 ) per la pressione sistolica e di 1.3 mmHg ( P=0.02 ) per quella diastolica.

La pressione notturna media è diminuita di 2.1 mmHg ( P=0.01 ).

In conclusione, la pressione positiva continua nelle vie aeree produce una riduzione statisticamente significativa della pressione sanguigna nei pazienti con ipertensione sistemica e apnea ostruttiva del sonno.
Tale riduzione è piccola e non ha raggiunto i 3 mmHg di riduzione media nella misurazione ambulatoriale nelle 24 ore; di conseguenza i risultati dello studio hanno rilevanza clinica incerta.
Tuttavia, tenendo conto della prevalenza dell'ipertensione e della probabilità di comorbilità, la diminuzione dei valori pressori, benché minima, potrebbe essere di beneficio. ( Xagena2010 )

Durán-Cantolla J et al, BMJ 2010; 341: c5991


Cardio2010 Pneumo2010



Indietro